Corsi di formazione

I nostri corsi di formazione

Oggigiorno il mondo del lavoro in continua evoluzione mette le organizzazioni di fronte alla necessità di aggiornare le competenze e le conoscenze interne. I temi dello sviluppo strategico sostenibile, della rendicontazione non-finanziaria e, più in generale, degli strumenti di gestione dei capitali tangibili e intangibili delle organizzazioni sono sempre più centrali per l’evoluzione delle performance e del benessere delle persone. Tutti questi aspetti rappresentano pertanto un nuovo punto di partenza per capire le nuove direzioni del business mondiale e di come è possibile gestire la propria organizzazione rispetto ai temi rilevanti del mondo di oggi.

I corsi sotto riportati rappresentano alcune delle possibili configurazioni tematiche e possono essere attivati in qualsiasi momento dell’anno, per singole persone o per gruppi. È possibile seguire i corsi in modalità telematica oppure presso un luogo fisico, a discrezione dell’organizzazione.    

Società Benefit: costituzione e trasformazione

La Legge di Stabilità per l’anno 2016 ha introdotto in Italia la disciplina delle Società Benefit, ovvero un nuova forma giuridica d’impresa che prevede l’unione degli obiettivi tradizionali di natura commerciale al perseguimento di uno o più obiettivi di beneficio comune a favore della collettività. Si tratta di una previsione normativa innovativa che pone una nuova rilevante base per lo sviluppo di modelli sostenibili d’impresa e di benessere territoriale e che il Legislatore italiano ha deciso di promuovere come strumento di sviluppo economico. L’evoluzione dei temi della sostenibilità nel corso degli anni ha coinvolto una serie differenziata di aspetti legati all’economia e oggi, attraverso le Società Benefit, è possibile compiere un passo decisivo verso un sistema sociale rispettoso delle diverse forme di sostenibilità, da quella economica a quella legata alla società e all’ambiente. 

Lo scopo del presente corso è quello di fare luce sul mondo delle Società Benefit, mettendo in evidenza le caratteristiche principali del modello societario, degli aspetti più rilevanti per la fase di costituzione e trasformazione, restituendo un quadro di insieme significativo sui requisiti e le variabili più rilevanti da gestire.

Per iniziare

Cosa sono le Società Benefit, analisi della legge sulle Società Benefit e raccomandazioni, lo statuto delle società benefit, le differenze con la certificazione BCorp

Caratteristiche e specificità

Definizione del beneficio comune, responsabilità delle Società Benefit, rendicontare il beneficio comune: criticità e metodi di implementazione

Sviluppo strategico

Diventare o trasformarsi in Società Benefit e il legame con la strategia aziendale, il posizionamento strategico in ottica sostenibile, l’analisi dei temi rilevanti

Attraverso il corso è possibile comprendere i benefici portati dal costituirsi Società Benefit e al contempo individuare i processi e i fattori chiave da prendere in considerazione per costituirsi o trasformarsi in Società Benefit.

Persone e imprese di tutte le dimensioni

Sara Cirone

Andrea Ragazzini

8 ore suddivise in 2 giornate da 4 ore

Cornici teoriche ed esercitazioni in modalità presenza e webinar

Corporate Reporting

lI Corporate Reporting rappresenta l’insieme degli strumenti a disposizione delle imprese che permettono di individuare, misurare e rendicontare le dinamiche di creazione di valore nel tempo e del proprio impatto sostenibile sulla società e sull’ambiente.  Il mondo Corporate Reporting basato su informazioni di tipo prettamente finanziario è giunto al suo termine, o quantomeno si sta trasformando in qualcosa di nuovo. Questo fenomeno verte fondamentalmente su due elementi: da una parte i portatori di interesse aziendali hanno sempre più necessità di condividere e apprendere informazioni capaci di rappresentare il futuro delle organizzazioni in ottica sostenibile, andando oltre alla mera rappresentazione finanziaria del passato; Dall’altra il bilancio d’esercizio non è in grado di restituire queste nozioni e quindi la visione dei sistemi aziendali nel loro complesso. Superare questo scoglio significa orientare l’impresa verso forme più complete di rendicontazione, che integrano la dimensione finanziaria all’interno di una rappresentazione più ampia del valore creato, altrimenti chiamata visione “multicapitale” delle organizzazioni, di cui la dimensione della sostenibilità è una variabile determinante. 

Lo scopo del corso qui proposto è quello di fare luce sulle principali forme di Corporate Reporting attualmente presenti nel panorama internazionale e di spiegarne gli scopi, le differenze, i contenuti e le possibili applicazioni. Ma anche di identificare quali sono i vantaggi per le aziende, di tutte le dimensioni, nell’adottare metodologie di Corporate Reporting.

Guardiamoci attorno: lo scenario di riferimento

Lo scenario di riferimento delle informative non finanziarie, definizione delle informative non-finanziarie, storia delle informative non-finanziarie, modelli attuali e principali enti internazionali in tema di informative non-finanziarie, cosa sono gli ESG e i capitali intangibili

Approfondire il Framework del GRI

Storia, scopo, linee guida, contenuti, principi, modalità, benefici del frame work del bilancio di sostenibilità

Approfondire il Framework del Report Integrato

Storia, scopo, linee guida, contenuti, principi, Integrated Thinking, modalità, benefici del frame work del Report Integrato, Report Integrato e gestione integrata aziendale

Il Decreto Legge 254 e l’evoluzione del contesto nazionale

Storia, contenuti ed approfondimenti sul Decreto Legge in tema di rendicontazione non-finanziaria

Analisi di casi pratici

Attraverso gli strumenti di Corporate Reporting le imprese possono migliorare il rapporto con i propri stakeholder, valorizzare le scelte strategiche del management, ma anche incrementare le performance delle risorse interne e mitigare i rischi, migliorando la capacità strategica dell’organizzazione

Persone e imprese di tutte le dimensioni, organizzazioni non-profit, enti locali

Sara Cirone

Andrea Ragazzini

12 ore suddivise in 3 giornate da 4 ore

Cornici teoriche ed esercitazioni in modalità presenza e webinar

CSR Management e Agenda ONU 2030

Quando si parla di CSR (Corporate Social Responsibility) si fa riferimento all’insieme delle pratiche aziendali che mirano a porre una maggiore attenzione al benessere delle persone e al rispetto degli equilibri ambientali durante l’esercizio dell’attività imprenditoriale. Esistono però diverse modalità con cui adottare tali pratiche di sostenibilità, anche alla luce della recente introduzione a livello internazionale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile emanati nel 2015 dall’ONU. Prendere coscienza di queste tematiche permette alle organizzazioni di migliorare il rapporto con i propri stakeholder, stabilire delle strategie di breve, medio e lungo periodo coerenti con la propria identità e conseguentemente raggiungere più alti livelli di sostenibilità economica, sociale ed ambientale, per l’organizzazione stessa e per la collettività.

Lo scopo del presente corso è quello di rendere chiaro il legame tra la Corporate Social Responsibility e il mondo delle imprese, mettendo in evidenza sia l’evoluzione che tale definizione ha avuto nel corso del tempo sia la rilevanza strategica, a beneficio delle imprese e della collettività, che le stesse pratiche stanno assumendo nel panorama economico nazionale e internazionale.

Guardiamoci attorno: lo scenario di riferimento

Storia della CSR, definizioni di CSR, sostenibilità nei sistemi di gestione aziendale, descrizione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, principali enti internazionali in materia di SDGs

Gli SDGs nell’organizzazione aziendale

Il legame tra gli obiettivi aziendali e gli SDGs, come scegliere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in linea con le caratteristiche aziendali, sviluppare una strategia orientata agli SDGs e individuare i temi rilevanti

I casi pratici

Analisi di casi pratici di implementazione di progetti e strategie orientati agli SDGs

Attraverso il corso è possibile comprendere i benefici nell’adottare pratiche di CSR allineate agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU e assimilare le modalità, i rischi connessi e le migliori pratiche per realizzare un piano di azioni sostenibili, in linea con l’identità e la strategia aziendale. 

Imprese di tutte le dimensioni, Organizzazioni non-profit, enti pubblici

Sara Cirone

8 ore suddivise in 2 giornate da 4 ore

Cornici teoriche ed esercitazioni in modalità presenza e webinar

Il Controllo di Gestione in ottica strategica: il “Pensiero Integrato” nella gestione delle attività aziendali

Gestire l’impresa nei contesti continuamente in evoluzione e altamente competitivi rappresenta sempre di più una condizione ordinaria per molte imprese italiane. Le aziende per loro natura perseguono la generazione di profitti economici e con l’avvento della nuova fase del capitalismo che si sta affacciando, il raggiungimento degli obiettivi economici sempre più dipende dal “Pensiero Integrato” che le organizzazioni dimostrano di saper mettere in pratica. Pensare in modo “integrato” significa riconoscere nella sua integrità il sistema azienda e predisporre il suo funzionamento valorizzando tutte le sue componenti, utili alla creazione di valore. Il Controllo di Gestione in ottica strategica permette al Management di sviluppare ed evolvere la visione integrata del sistema aziendale, adottando metodi e strumenti per connettere il pensiero strategico alle attività utili a tradurlo.   

Lo scopo del presente corso è quello di fare luce sul Posizionamento Strategico aziendale quale strumento principale per sviluppare nel tempo l’azienda. Posizionare strategicamente l’impresa significa stabilire l’”intenzione” che la contraddistingue rispetto ai competitor e permette all’organizzazione di comunicare chiaramente a tutti i suoi stakeholder la propria identità. 

La visione di impresa

Il “Pensiero Integrato” e le connessioni con l’attività dell’impresa. Vantaggi e svantaggi del “Pensiero Integrato”. Controllo di Gestione Strategico e la visione di lungo periodo. Il posizionamento strategico di impresa per l’efficiacia operativa aziendale.

Metodi e strumenti

Il posizionamento strategico di impresa e l’analisi delle variabili cardine. Dalla strategia alle attività operative: metodi di implementazione. L’organizzazione aziendale a supporto del posizionamento strategico. Risvolti positivi e difficoltà nell’implementazione del sistema di gestione strategico.

Caso concreto

L’Analisi di un caso concreto di posizionamento strategico. Esercitazioni pratiche per la costruzione di un posizionamento strategico e attività operative.

Attraverso il corso è possibile comprendere i benefici portati dai principi del “Pensiero Integrato” e dalla metodologia del posizionamento strategico, in ottica sostenibile e duratura nel tempo.

Imprese di tutte le dimensioni, enti non-profit

Sara Cirone

Andrea Ragazzini

8 ore suddivise in 2 giornate da 4 ore

Cornici teoriche ed esercitazioni in modalità presenza e webinar

Dal CFO al CVO - Chief Value Officer: la nuova strada da percorrere per il controllo strategico aziendale

Oggigiorno il capitale finanziario non rappresenta più il fattore determinante per lo sviluppo delle imprese e per la loro capacità di generare valore nel tempo. L’evoluzione delle aziende all’interno del sistema globale ruota sempre più attorno a elementi di natura non finanziaria: da una parte la sostenibilità sociale ed ambientale del business e la relativa capacità comunicativa permettono alle organizzazioni di generare impatti positivi sul proprio territorio e consolidare il sistema economico-sociale di cui fanno parte; dall’altra la conoscenza e lo sviluppo dei cosiddetti capitali “intangibili”, ovvero quelle risorse non-fisiche capaci di influire in modo decisivo sull’efficacia strategica delle organizzazioni, permette alle imprese di conoscere, governare e gestire con consapevolezza le reali leve di creazione di valore. Nel contesto descritto, l’acquisizione nelle imprese delle competenze necessarie ad affrontare questo nuovo paradigma rappresenta un passo significativo per lo sviluppo aziendale nel breve, medio e lungo termine. I manager d’impresa, occupandosi delle dinamiche di creazione di valore, saranno sempre più in grado di comprendere i legami tra le variabili economico-finanziarie, quelle legate alla sostenibilità e ai capitali “intangibili”, e quindi di indirizzare e governare le politiche strategiche in ottica realmente evolutiva.

Lo scopo del presente corso è quello di far comprendere come Chief Value Officer, occupandosi delle dinamiche di creazione di valore dell’impresa, sia in grado di comprendere quali sono le variabili economico-finanziarie, quelle legate alla sostenibilità e ai capitali “intangibili” che sorreggono l’attività di impresa, rappresentando un punto di riferimento per l’azienda nell’ottica di governo ed indirizzo delle politiche strategiche. 

Uno scenario in evoluzione

La definizione di CVO nella visione della creazione di valore di lungo periodo dell’impresa. Definizione a analisi dei capitali intangibili. l’evoluzione dei capitali intangibili dagli anni ’80 ad oggi nello scenario nazionale e internazionale. I principali organismi internazionali per lo studio e la rendicontazione degli intangibili.

I driver per la creazione del valore

I capitali intangili e la visione di lungo periodo per la gestione aziendale. I capitali intangibili e l’integrazione con la strategia aziendale. Il concetto di “impatto” per la gestione di impresa. Gli impatti della gestione aziendale in ottica multicapitale. La relazione tra il capitale finanziario e i capitali intangibili per la gestione aziendale. 

Rendicontazione e sviluppo organizzativo

I principali Framework per la rendicontazione degli intangibili. Come integrare il sistema di reporting dei capitali intangibili e la strategia di impresa. KPI per la gestione strategica in ottica multicapitale. Le competenze organizzative per lo sviluppo multicapitale dell’impresa. Processo decisionale e metodi di supporto al Management.

Attraverso il corso è possibile acquisire le nozioni principali per comprendere come si sta evolvendo il ruolo del CFO nelle organizzazioni e quali sono le nuove competenze in linea con lo sviluppo sostenibile delle imprese.  

Imprese di tutte le dimensioni, Organizzazioni non-profit, enti pubblici

Andrea Ragazzini

8 ore suddivise in 2 giornate da 4 ore

Cornici teoriche ed esercitazioni in modalità presenza e webinar